Comune Samarate
» Visualizzazione predefinita
» Vai al menu
» Vai al contenuto
 

“LA SCATOLA DEI TESORI” della Scuola Materna Macchi-Ricci

16/03/2021

In quest’ultimo anno, la quotidianità dei nostri nostri bambini è stata stravolta, ma non è mai troppo tardi per riflettere e ragionare su come poter aiutare i più piccoli a gestire questo periodo che, all’inizio, poteva essere visto come una vacanza, visto che non si andava a scuola, ma che con il tempo ha smesso di esserlo. Se, infatti, noi adulti, pur con enorme difficoltà e qualche resistenza, stiamo cominciando ad abituarci alla situazione, i più piccoli iniziano invece a scalpitare e a mostrare segni di insofferenza a questa chiusura in casa forzata.

L’Amministrazione Comunale ha scelto di promuovere il progetto didattico “LA SCATOLA DEI TESORI” ideato dalla Scuola Materna Macchi-Ricci che è possibile visionare cliccando sul link di seguito: www.facebook.com/100011181755560/videos/1335348076847905/

Si tratta di una attività che i bambini potranno svolgere da casa, attraverso la decorazione di una scatola di scarpe, all’interno della quale inseriranno tutto quanto stanno vivendo in questa delicata fase di pandemia (disegni, libri che magari li hanno particolarmente colpiti, foglie e fiori di una passeggiata che hanno fatto, foto, ecc.); al momento del rientro in classe, porteranno la scatola con loro e potranno rendere partecipi compagni ed insegnanti delle loro esperienze.
L’invito è rivolto principalmente alle Scuole dell’Infanzia e agli Istituti Comprensori presenti sul territorio di Samarate.

L’idea lanciata dall’Amministrazione è quella di proporre ai bambini di mandare delle foto delle loro scatole, con una veloce descrizione, all’indirizzo mail istruzione@comune.samarate.va.it per un’esposizione futura, post pandemia.

<< Trovo magnifico questo progetto in quanto permette ai bambini di rielaborare un periodo di tempo che può essere fortemente destabilizzante, di condividere successivamente ciò che si è provato, rimuovendo al contempo l’idea di isolamento momentaneo, proiettandosi in avanti verso il futuro con fiducia e positività. Non smetterò mai di ringraziare tutte le insegnanti  per il calore e l'attenzione inesauribili, oltre all'inventiva e all'originalità, con cui si prendono cura dei nostri bambini >> - spiega Linda Farinon, Assessore all’Istruzione.

L’attuale pandemia influisce sulla quotidianità di tutti, in particolare per i soggetti più vulnerabili. Le famiglie, rivestono un importante ruolo di sostegno. Bambini e adolescenti non vanno a scuola, la maggior parte dei genitori professionalmente attivi lavora da casa e le offerte di accudimento sono ridotte all’osso. I nuclei familiari sono isolati e confrontati ogni giorno a nuove sfide a causa dell’insicurezza, dell’angoscia, della riorganizzazione delle abitudini, della situazione surreale, dei conflitti relazionali e dello stress provocato dalla promiscuità. Una delle “sfide” fondamentali, da vincere, in questa pandemia è la protezione e la partecipazione attiva dei nostri bambini e adolescenti.

 
 
 
 
Torna all'inizio